Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

mercoledì 19 agosto 2009

Anomalie della muta del pelo


"Tenendo conto di questo ciclo, si distinguono due tipi di anomalie del mantello: le depilazioni, conseguenti alla caduta anormale o alla distruzione del pelo, e le alopecie, dovute a un'anomalia di crescita.

LE DEPILAZIONI
La distruzione dei peli è soprattutto effetto di cause locali, come le infezioni e i parassiti. Le micosi, dovute allo sviluppo di funghi che si nutrono della cheratina nei follicoli piliferi e che comportano quindi la rottura dei peli alla base, causano delle lesioni spesso di forma circolare diffuse su tutto il mantello. Quando i peli sono stati distrutti, il fungo scompare e nuovi peli iniziano a crescere al centro delle lesioni in via di guarigione. Peraltro, un cane colpito dalla micosi può restarne infetto per lungo tempo, in quanto nuove lesioni si riformano in permanenza. Gli acari 'demodex' agenti della così detta 'rogna demodettlca' sono dei minuscoli artropodi che si sviluppano nel canale follicolare e nella ghiandola sebacea che vi è annessa. Questi parassiti soffocano il pelo che finisce così per cadere.
Le larve di trombidi, le zecche e le pulci danno luogo a intensi pruriti, che spingono l'animale a grattarsi, cosa che provoca lo spezzarsi dei peli. Dato che la caduta di questi ultimi è irregolare, il pelame prende allora spesso un aspetto come di tessuto tarmato. mentre la pelle è quasi sempre calda e arrossata. Certi prodotti caustici(shampoo troppo aggressivi, per esempio) possono produrre gli stessi effetti. Si osserva a volte la caduta improvvisa, simultanea, di una grande quantità di peli. Il fenomeno, che porta il nome di 'effluvio', si riscontra nel corse di malattie febbrili, In seguito a un parto, in occasione dei calori o ancora dopo forti emozioni. Generalmente una caduta cosi rapida è velocemente seguita da una ricrescita.
LE ALOPECIE

Nel caso delle alopecie il pelo non ricresce, o,comunque i follicoli sono in stato di quiescenza o addirittura atrofizzanti. La lesione può essere piccola, circolare, localizzata nel punto di inoculazione di un farmaco o di una vaccino, ma può essere il segnale di una deficienza legata sia a una malattia senza un rapporto diretto con la pelle, sia alla vecchiaia oppure a turbe ormonali gravi. In effetti, il pelo è sotto la dipendenza diretta di un gran numero di ormoni che agiscono sul follicolo sia direttamente sia indrettamente. Così, l'ipotiroidismo si accompagna spesso a un'alopecia progressiva , caratterizzata da una simmetria lungo il tronco, mentre la malattia di Cushing, dovuta a un eccesso di ormoni corticoidi, può comportare le stesse anomalie o presentarsi con la formazione di placche. Alcune alopecie sono ereditarie e in certe razze sono addirittura ricercate come i Cani nudi del Messico o della Cina. Succede che l'alopecia sia più o meno associata a un carattere selezionato, cosa che si riscontra nelle varianti blu di diverse razze (Dobermann) e nei Setter Irlandesi fulvi. In quest casi l'alopecia appare progressivamente et essendo di origine genetica, è praticamente incurabile. Si osservano inoltre delle alopecie ereditarie localizzate, come l'orecchio di cuoio' nel Bassotto. Questa anomalia si installa progressivamente con l'età in certi individui. Può regredire più o meno spontaneamente, per poi riapparire.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails