Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

lunedì 13 gennaio 2014

Sorridere quando scompare la linea sottile tra Uomo e Animale.



Premessa.
Mentre cercavo proprio una foto adatta a questo articolo, ho scoperto Superedo.it : questo sito è un ottimo scrigno da cui attingere immagini e video, per chi ama pubblicare anche sui social delle foto stravaganti che strappino un sorriso ai lettori.
Mi sono divertita a scorrere le foto esilaranti dei cani e ho trovato proprio quello che mi occorreva: cani acconciati per le feste, con vestitini da supereroi ma anche umani che si adoperano in imprese impossibili, sfondi: più di 5.450 immagini tra cui scegliere. Consiglio quindi Superedo.it come risorsa di link fotografici, per le immagini originali che contiene.

Torniamo ora a parlare di come dare il giusto ruolo al nostro cane sia in relazione all'habitat in cui sarà inserito sia in relazione al suo branco umano.
Come già ampiamente trattato QUI, il cane mette in atto dei comportamenti specifici, affinché l'ambiente in cui gravita sia sempre sereno ed elettricamente stabile.
E parliamo anche del capobranco umano, ovvero l'altra faccia della medaglia: se da una parte il cane risulta essere un istintivo pagliaccio,

 il cui unico scopo è quello di rasserenare l'ambiente in cui vive e sentirsi sempre a suo agio, dall'altra parte c'è una fascia sostanziosa di persone che si lascia ammaliare da mode particolari, che solleticano non solo la vestizione del cane come fosse un bambino, ma addirittura a rifinire il suo look con una acconciatura di grido e capi firmati. Quando l'essenza istrionica del cane incontra la fantasticheria del padrone, si toccano apici da capogiro e non ridere diventa un'impresa impossibile. Si sovrappone il confine tra uomo e anima-le e lo spettacolo è tutto da osservare.
In questo contesto vorrei mettere in rilievo la parte divertente di questi atteggiamenti. Conosciamo tutti la consuetudine di alcuni esseri umani a trattare il proprio cane come un figlio e molte volte, in prospettiva, è meglio che sia così piuttosto che vengano abbandonati esemplari di tutte le età e razze, senza il minimo scrupolo. Quindi oggi propongo di sorridere rilassati alla visione dei pet toys che viaggiano in una borsetta griffata rosa perla, di sorridere al padrone vestito da dalmata che porta a spasso il suo abbinato peloso. 

La conclusione a cui sono arrivata è che “il giusto ruolo” non esiste, né del cane né del padrone. Esistono invece delle situazioni specifiche con cui relazionarsi e optare poi per l'atteggiamento più consono da adottare in quel momento. Se il cane ha comunque ben chiaro che il capobranco è l'Umano e quindi non si esibirà in comportamenti di sfida per ottenere lo scettro del comando, si può anche concedere all'animale qualche spazio in più. Poi, la misura entro cui muoversi la si trova in itinere.
Gli animalisti diranno che far indossare al cane un cappottino firmato che lo protegga dal freddo, è umiliate per l'animale. Per fortuna, un cane freddoloso vi sarà grato se lo proteggerete dalle intemperie e questo è quanto: lascerà a voi la scelta del tessuto e dei colori, persino della marca, che per lui sono del tutto irrilevanti.
Rimane senz'altro valido il dover dedicare il massimo impegno all'inserimento del cane nel nuovo nucleo, sia esso un esemplare di due mesi sia invece un anzianotto tolto dalle sbarre del canile. Per il resto, lasciamo agli allevatori, ancora degni di questo nome, di prestare alla vendita soltanto esemplari equilibrati e in linea con gli standard di razza. Ci penseranno gli affidatari a trasformarli in Superman.. 

SoniaD


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails