Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

lunedì 15 giugno 2009

Le razze del gruppo 5: LO SPITZ GIAPPONESE

LO SPITZ GIAPPONESE


ORIGINE
Giappone

CARATTERE
Cane sportivo di dimensioni ridotte, vivace, affettuoso con i familiari, può diventare rumoroso e aggressivo con gli estranei se deve sorvegliare una proprietà.



Come testimonia il nome, la razza è originaria del Paese del Sol Levante; tuttavia si suppone che l'antica razza spitz giapponese si sia evoluta nelle forme attuali a partire dal Novecento anche grazie all'immissione di esemplari di american eskimo e varietà russe.L'introduzione di sangue di altre razze sembra sia servita per migliorare l'omogeneità degli spitz di origine nipponica per quel che riguarda le dimensioni e il mantello bianco candido. Dopo la fine della seconda guerra mondiale i giapponesi ripresero il lavoro di selezione del loro spitz e nel 1953 stilarono lo standard ufficiale dello spitz giapponese. Quest'ultimo per le forme e il mantello potrebbe essere confuso sia con il samoiedo che con il volpino italiano. Di queste due razze condivide il caratteristico mantello bianco candido e il pelo lungo e liscio. Le dimensioni dello spitz giapponese sono però superiori a quelle del volpino italiano e inferiori rispetto a quelle del samoiedo. La razza è tutelata dal Nippon spitz association, la società nipponica specializzata fondata nel 1959. In Europa lo spitz giapponese è comparso all'inizio degli anni Settanta, ma ancor oggi nel nostro continente non è molto diffuso.


STANDARD


Lo spitz giapponese è un cane di medie dimensioni, robusto e ricoperto di un folto e bianchissimo pelo. L'altezza al garrese deve essere compresa tra i 34 e i 37 cm nei maschi, qualche centimetro in meno invece per le femmine. La testa è abbastanza larga, con cranio leggermente arrotondato, stop ben marcato, muso forte e appuntito. Gli occhi sono scuri. Lo standard giapponese definisce la forma degli occhi a "noce di ginkgo", cioè ovali. Molto scura dev'essere la pigmentazione del muso, del tartufo e delle rime palpebrali (come nel samoie-do che per questa ragione ha l'aspetto di "cane che ride"). Il tronco è compatto, la coda è moderatamente lunga, frangiata e portata arrotolata sul dorso. Il mantello è bianco candido, formato da pelo molto fitto, lungo e liscio, sostenuto da abbondante sottopelo.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails