Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

giovedì 4 giugno 2009

LE RAZZE: IL BASSOTTO TEDESCO


I Bassotti non sono tutti uguali: ci sono infatti tre diverse taglie I (standard, nano e kaninchen) e in tre diversi tipi di pelo (corto, duro e lungo) che, combinandosi, formano ben nove tipologie diverse di questo magnifico cane. Tra queste varietà ci sono delle lievi differenze di carattere, dovute al fatto che derivano da incroci diversi (nel sangue della varietà a pelo lungo c'è quello dei piccoli Spaniel Tedeschi, il pelo forte è stato ottenuto tramite incroci con piccoli Schnauzer, Scottish Terrier e altre razze con questa caratteristica, i nani e Kanichen furono originariamente frutto anche di incroci con i Pinscher) ma per tutti vale una regola aurea: l'apparenza ingan-
na. Simpatico e per chi lo osserva superficialmente magari un po' buffo con la sua struttura così particolare, può sembrare "solo" un divertente cagnolino da salotto. Niente è più lontano dalla verità. Nel piccolo Bassotto si nasconde un temperamento che non sfigurerebbe in un colosso.
A suo agio in salotto e nei boschi.
Oggi i Bassotti sono principalmente amici della famiglia, compito che svolgono egregiamente grazie al loro affetto per il padrone (a cui sono legati da un'incrollabile fedeltà), all'intelligenza, al coraggio e alla spiccata personalità, che ci consente di avere al nostro fianco un
compagno intraprendente e pieno di spirito, mai servile ma sempre pronto a lavorare con noi. Sa anche apprezzare dei momenti di ozio e tranquillità accanto al suo amato padrone. Non dobbiamo però dimenticare che le virtù che oggi rendono il Bassotto un apprezzatissimo cane "da compagnia" nell'ambiente cittadino si sono sviluppati in secoli di caccia accanto all'uomo, nell'inseguimento e nello stanamento di animali velocissimi e a volte pericolosi in terreni spesso ostili.
Pronto all'avventura
Non pensiamo quindi al nostro Bassotto, anche se della più piccola delle taglie, come a un simpatico peluche da tenere
nella bambagia. Si tratta di un intelligente e robusto lavoratore che ama gli stimoli fisici e mentali ed è sempre pronto ad accompagnarci in ogni scampagnata, in cui si rivelerà più instancabile di noi anche se siamo ben allenati. Se porteremo il nostro amico a fare delle belle gite in campagna avremo modo di apprezzare appieno la sua vitalità e il suo entusiasmo. Non dimentichiamo, però, che nelle sue vene scorre il sangue di generazioni di cacciatori: liberiamolo dal guinzaglio solo se siamo sicuri che sia ben addestrato. Non perderà infatti l'occasione per gettarsi all'inseguimento di un selvatico se ne sentirà la traccia e potrebbe allontanarsi troppo da noi.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails