Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

venerdì 26 giugno 2009

L'EDUCAZIONE DEL CUCCIOLO:::::



L'educazione del cane deve iniziare dal primo giorno che l'amico a quattro zampe entrerà a fare parte della famiglia. È un processo lungo che richiederà tanta pazienza e perseveranza, poiché il cane ha una intelligenza "limitata". Eapprendimento avviene più per simulazione (nel senso che il cane impara a ripetere un esercizio proposto più volte dal suo padrone o da un addestratore) che per intuizione o logica. Questo non significa affatto che i cani siano degli animali incapaci di collegare alcune circostanze attraverso il ragionamento. Ma, come già detto, non dobbiamo comunque aspettarci che un cucciolo o un cane adulto siano capaci di pensare come l'uomo.
Un cane ben educato già nel primo anno potrebbe perciò imparare la maggior parte dei comandi normalmente impartiti in una scuola di addestramento di base, anche se poi sarà in grado di evidenziare la sua bravura, fedeltà e obbedienza in un'età più matura ; che nella maggior parte dei casi inizia a partire dai 18-20 mesi di età. Lo sviluppo fisico del cane avviene infatti in tempi estremamente rapidi. In circa dieci mesi il cane assumerà le caratteristiche di un adulto e nel frattempo avrà imparato tutto ciò che voi gli avrete insegnato. Molto importanti ai fini della prima educazione sono pertanto i primi 4-5 mesi di vita.
La psicologia canina ha invece dei tempi di sviluppo e maturazione diversi, tanto è vero che l'età ideale per addestrare il cane va dal primo al secondo anno di vita. Nei primi mesi è utile impostare in maniera ottimale le basi dell'educazione del cucciolo che poi assumerà un valore fondamentale nel cane adulto per mantenere buoni rapporti con il vicinato, per la pulizia della casa, per l'igiene dello stesso animale, per conservare normalmente le vostre relazioni sociali anche con coloro che non amano i cani ecc. Questi ultimi per esempio, mai sopporterebbero un cane che all'ingresso in giardino o in casa saltasse loro addosso, anche se con intenzioni festose. Non ce nulla da fare, chi non ha relazioni positive con i cani non sopporta le feste del vostro beniamino o per il timore di vedersi sporcare l'abito, o a causa di una irrazionale e incontrollabile paura degli animali. Personalmente credo sia sensato e segno di civiltà rispettare anche le persone che in qualche modo soffrono la presenza degli animali, convinto come sono che un cane educato alla fine riuscirà a........
a conquistare la simpatia di tutti i visitatori di casa vostra. Ma per raggiungere questo obiettivo bisogna avere pazienza, iniziando l'educazione del cucciolo fin dai primi mesi di vita. Tutti gli esperti di psicologia canina sostengono del resto che l'imprinting, le esperienze dei primi mesi di vita, sono determinanti per la formazione del carattere del cane. Un soggetto abituato a vivere con l'uomo e a condividere tutte le sue esperienze sarà un esemplare socievole, pronto ad apprendere, espansivo e affettuoso, mentre un cane costretto a vivere solo e privo di contatti con l'uomo risulterà riservato, diffidente, ombroso e difficile da addestrare.








Ricerca personalizzata

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails