Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

domenica 26 luglio 2009

AKITA: STANDARD DI RAZZA,TOELETTATURA


Cane di grande taglia, di costituzione robusta, ben proporzionato. L'altezza al garrese è nei maschi di 67 centimetri. Nelle femmine di 61 centimetri. Sono tollerati 3 centimetri in più o in meno.
Il cranio presenta una fronte larga, con solco frontale netto e senza rughe. Lo stop è marcato. Il tartufo è grosso e nero (anche se una leggera depigmentazione nei soggetti dal manto bianco è ammessa). Canna nasale diritta. Labbra
derenti. Dentatura forte, con chiusura «a forbice». Occhi relativamente piccoli, pressoché triangolari, moderatamente distanziati e di colore bruno (ricercati gli occhi il più scuro possibile). Orecchie relativamente piccole, spesse, triangolari, leggermente arrotondate alle estremità, piuttosto distanziate, diritte e rivolte in avanti. Collo spesso e muscoloso. Dorso solido e diritto. Lombi larghi e muscolosi. Costole moderatamente ben cinturate. Coda attaccata alta, molto spessa alla base, viene portata arrotolata sul dorso Arti anteriori diritti e ben muscolosi. Arti posteriori molto sviluppati, forti, co angolature moderate. Piedi spessi rotondi, arcuati e serrati. Pelo di copertura duro e d con sottopelo soffice e denso colore può essere rosso fulvo sesamo (rosso fulvo con punte nere), striato e bianco. Tutt i colori devono presentare «urajiaro», cioè del pelo biancastro sulle facce laterali del fusello, sulle guance, sulla mascella, nel sottogola, sul petto e l'addome, sulla faccia inferiore della coda e quella interna degli arti.


ATTENZIONE PARTICOLARE AL SUO SPLENDIDO MANTO
A livello di toelettatura, l'akita non crea particolari problemi. Per tenerlo pulito, cosa che d'altra parte spesso fa da solo egregiamente, basteranno delle spazzolate periodiche. L'unico problema si presenta invece due volte l'anno, al momento della muta. In questo caso converrà aumentare la frequenza delle 1 spazzolate, per favorire il ricambio del mantello e del sottopelo.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails