Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

mercoledì 5 agosto 2009

Il Rottweiler: la Salute va protetta


Un cane è bello solo se è sano: per questo è importante seguire il nostro Rottweiler fin dalla più tenera età, non dimenticando mai gli appuntamenti più importanti con il veterinario per le vaccinazioni e le sverminazioni. Inoltre andrà curata nel migliore dei modi l'alimentazione, perché il cane è lo specchio di ciò che mangia: un soggetto alimentato nel modo più corretto (specie da cucciolo) sarà sempre in forma perfetta, al contrario del cane che mangia in modo approssimativo... o completamente sbagliato.
Per quanto riguarda la salute del cucciolo, si dovrà seguire un preciso programma di sverminazioni e vaccinazioni. Quasi tutti i cuccioli sono infestati da vermi tondi chiamati ascaridi, che albergano nell'intestino della madre in forma larvale (resistente ai vermifughi) e vengono "risvegliati" dagli ormoni della gravidanza, cosicché anche una cagna tenuta in perfette condizioni igienico-sanitarie ha buone probabilità di ritrovarsi infestata dopo il parto e di trasmettere i parassiti ai figli con l'allattamento. È buona norma, dunque, sverminare madre e cuccioli intorno al ventesimo giorno di vita, ripetendo poi l'operazione due o tre giorni prima di ogni vaccinazione. Le vaccinazioni indispensabili alla prevenzione delle più pericolose malattie del cane sono quelle contro cimurro, epatite, leptospirosi e parvovirosi: le prime si effettuano solitamente intorno ai cinquanta giorni e quindi se ne deve occupare l'allevatore. In seguito vanno eseguiti alcuni richiami a distanza di quindici-venti giorni a seconda del programma scelto dal veterinario, che preparerà una tabella da seguire.
Dopo il primo ciclo di vaccinazioni sarà sufficiente un richiamo annuale per ogni tipo di vaccino. L'antirabbica, obbligatoria per i cani da esposizione ma consigliabile anche per gli altri, si può effettuare per la prima volta verso i quattro-cinque mesi di vita del cane. Altre vaccinazioni, come quella contro la cosiddetta "tosse dei canili", possono preservare il vostro amico da malattie non mortali ma molto fastidiose per lui. Ogni volta che ci recheremo dal veterinario per una vaccinazione sarà bene chiedergli di sottoporre il cane a una visita generale, per essere sicuri che tutto vada per il meglio: è buona norma effettuare anche un esame delle feci per accertarsi che non vi siano parassiti. Ricordiamo che oltre agli ascaridi, "classici" e sgraditi ospiti dell'intestino del cucciolo, esistono molti altri parassiti interni che possono danneggiare seriamente la salute del cane. I vermifughi "generici", polivalenti, di solito non sono i più efficaci: è meglio quindi effettuare un esame microscopico, identificando esattamente le specie che eventualmente avessero infestato il nostro cane, e passare poi a una terapia mirata su quel preciso tipo di parassita.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails