Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

giovedì 6 agosto 2009

Le conseguenze del sovrappeso canino

Nei Paesi industrializzati, almeno il 20% della popolazione canina è in sovrappeso. Il panel internazionale mostra, infatti, le seguenti percentuali: 28% negli USA, 17% in Brasile e 25% in Australia, mentre in Europa - tra Italia, Francia, Spagna, Gran Bretagna e Germania - la percentuale varia dal 20 al 22%. Un aumento di peso significativo, che varia in relazione alla taglia, comporta in ogni caso delle gravi conseguenze per la salute del cane, in particolare:
■ aspettativa di vita più breve
■ scompensi osteoarticolari
■ difficoltà di movimento
■ patologie cardiorespiratorie
■ iperlipidemia
■ complicazioni chirurgiche
■ tumore alle mammelle
■ diabete mellito
■ dermatite da malassezia
■ immunodeficienza
■ distocia

All'interno di questo drammatico panorama, si rileva, inoltre, una scarsa consapevolezza da parte dei proprietari, di cui solo il 5% richiede una visita veterinaria per risolvere il problema dell'obesità del proprio cane.
A questi dati, si aggiunge la recentissima ricerca Royal Canin, che ha deciso di analizzare a fondo il problema partendo da un'indagine telefonica condotta su un campione rappresentativo di 610 veterinari europei: 100 tra Francia, Spagna, Italia e Gran Bretagna, 130 in Germania e 80 in Polonia. Il primo dato che emerge è che il problema è fortemente in crescita: da una media tra i vari Paesi interpellati risulta che circa il 32% dei cani che quotidianamente spresentano dal veterinario è in sovrappeso, in particolare 25% in Francia, 29% in Spagna e Germania, 32% in Italia, 35% in Gran Bretagna e 39% in Polonia. Dalla ricerca si rileva, inoltre, un forte coinvolgimento da parte dei veterinari, consapevoli della problematica dell'obesità: il 66% dei veterinari interpellati avverte la drammaticità del trend - soprattutto gli spagnoli - così come il 40% è consapevole che l'obesità deve essere trattata come una patologia. Partendo da tali presupposti sono stati creati due prodotti specifici per fronteggiare l'obesità canina per il canale vet [Satiety Support & Obesity Management], con cui Royal Canin lavora costantemente a stretto contatto e ha costruito un dialogo proficuo continuativo per confrontarsi sulle crescenti esigenze dell'animale.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails