Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

lunedì 21 settembre 2009

La Veterinaria e cure alternative: AGOPUNTURA



....Nella foto, la Dottoressa Assembri mentre pratica l'agopuntura su un cane.....

Sono qui a proporvi un articolo di approfondimento sull'agopuntura applicata alla Veterinaria, pubblicato dalla Dottoressa in Veterinaria Sveva Assembri.
E' una Veterinaria Speciale, la Sveva, con cui ho avuto la grazia di entrare in contatto e che, oltre alla scienza, unisce una forte componente di passione per questi nostri compagni di viaggio, nel loro duro lavoro quotidiano.
La Dott. Assembri si occupa anche di medicine e terapie alterantive applicate: omeopatia, omotossicologia ed agopuntura. Oltre ad essere molto preparata professionalmente, è una persona splendida e dalla grande sensibilità.
Dote che ritengo fondamentale per chi svolge questa professione.
E fondamentale per vivere
...


STUDIO VETERINARIO
D.SSA ASSEMBRI SVEVA

VIA ARENE 68
18012 BORDIGHERA (IM)

TEL 0184 298120
CELL 3382081321


"L’agopuntura veterinaria è una tecnica che prevede l’inserimento di sottili aghi in precisi punti del corpo dell’animale. Tale trattamento può essere ulteriormente rafforzato con la stimolazione termica (moxibustione) dei punti, l’elettrostimolazione ed il massaggio. Lo scopo di tutte queste tecniche è quello di ristabilire un equilibrio energetico nel corpo dell’animale. Quando un essere vivente è in equilibrio, esso è in grado di interagire al meglio con l’ambiente in cui è inserito e di sopportare al meglio gli stress a cui è sottoposto quotidianamente.
Come per l’omeopatia, anche per l’agopuntura il piano di trattamento è individuale poiché ogni paziente è unico, manifesta la patologia in modo diverso e risponde alla terapia diversamente da un altro. Il veterinario agopuntore quindi non tratta il singolo sintomo ma tutto il soggetto nella sua totalità; considera le manifestazioni fisiche, mentali e comportamentali insieme.
Tramite agopuntura si possono trattare tutte le patologie dolorose, osteo-articolari, muscolari, motorie, patologie nella sfera riproduttiva, negli squilibri ormonali, patologie geriatriche, comportamentali, infettive ed immunitarie. La terapia agopunturale può fornire un valido supporto alla terapia farmacologia in corso di qualsiasi patologia. Importante ricordare che gli effetti analgesici dell’agopuntura sono da ricondurre alla liberazione di alcuni neurotrasmettitori che agiscono in tal senso (studi condotti in Occidente a partire dagli anni settanta).
Il piano di trattamento, come già accennato dipende dal tipo di soggetto, dalla patologia e dalla gravità della stessa. Nei casi acuti per esempio si dovrebbe trattare l’animale almeno due volte a settimana per qualche settimana e poi scalare la frequenza; nei casi cronici un trattamento a settimana a seconda della risposta dell’animale. Nei soggetti giovani sono sufficienti trattamenti più brevi rispetto agli anziani in cui c’è una maggiore lentezza nella reazione.
Secondo la dottrina della Medicina Tradizionale Cinese il corpo animale, come quello umano è percorso da un flusso di energia chiamata Qi che origina dai principali organi e fluisce in un sistema di canali, assimilabile all’apparato circolatorio, definiti meridiani. Se il flusso è scorrevole e in equilibrio, l’animale è in salute, al contrario l’animale sarà malato o proverà dolore. Con la corretta stimolazione di determinati agopunti, come già accennato, si cerca di ristabilire un equilibrio nell’organismo."
di Sveva Assembri

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails