Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

sabato 30 maggio 2009

Le razze: Dogue de Bordeaux e la vita in famiglia


Amico di famiglia

Il Dogue de Bordeaux è un cane imponente e di taglia importante, poiché i maschi hanno un'altezza al garrese di 60-68 centimetri con un pe­so di almeno 50 chili; mentre le femmine sono alte 58-66 centimetri e pesano almeno 45 chili (questi pesi vengono però spesso superati). No­nostante la mole, questa raz­za si adatta anche a vivere in appartamento, poiché la sua naturale discrezione e la pi­grizia abbastanza accentuata la rendono poco ingombrante e mai invadente. In que­sto caso, però, dovrà essere portato a spasso abbastan­za a lungo, almeno una vol­ta al giorno. È un cane che abbaia poco e solo se è ve­ramente necessario; con gli sconosciuti è cordiale ma ri­servato, e si limiterà a osservare, con attenzione e un po' discosto, quello che acca­de, senza intervenire: sempre che l'estraneo non rappre­senti un pericolo per l'adora­to padrone, perché in questo caso la sua reazione sarà in­sospettabilmente fulminea e terribile. È un grande amico dei bambini, con i quali gio­ca pazientemente, soppor­tando anche qualche picco­lo dispetto senza reagire, e vigilando con attenzione sul­la loro incolumità.
VICINO AI PADRONI
L'esigenza fondamentale del Dogue de Bordeaux è quella di stare molto vicino al padrone.
Relegarlo in un giardino senza dargli la possibilità di vivere con la famiglia e con i bambini che ado­ra, non farlo partecipare a tutti gli eventi di casa, non fargli incontrare gli ami­ci del gruppo e gli ospi­ti significa privare questo magnifico molosso della possibilità di sviluppare pienamente tutte le sue do­ti di carattere. Il Dogue de Bordeaux de­ve essere educato fin da quando ha tre o quattro mesi d'età a seguire il pa­drone al guinzaglio senza tirare, poiché divenuto adulto con la sua mole potrebbe causare proble­mi se non fosse abituato a obbedire al padrone. Poiché questo cane può vi­vere senza problemi anche in appartamento, gli si do­vrà insegnare con pazienza e costanza a non sporcare il pavimento, ricordando che come molti altri mo­lossi il Dogue de Bordeaux
è un po' lento nel processo di apprendimento, e fino a sei-sette mesi d'età po­trebbe commettere ancoraqualche errore. Una volta imparato qualcosa, però, questi cani non la dimen­ticano più. La maturazione psicologica piuttosto lenta tipica di molti molossoidi va anche tenuta presente nel stabilire le regole del gioco con il cucciolino. Sin da quando è un batuffo-lino inoffensivo insegnamo-gli a giocare senza mordere.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails