Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

mercoledì 10 giugno 2009

Le razze del gruppo 1: IL BOVARO DELLE FIANDRE


IL BOVARO DELLE FIANDRE

ORIGINE
Belgio-Francia (Fiandra)

CARATTERE
Dotato di grande equilibrio, è ardente e audace. Ha la tendenza a scegliersi un solo padrone nell'ambito della famiglia, mentre si rivela scontroso con gli estranei.



Come indica appunto il suo nome, si tratta di un cane originario della Fiandra un tempo addetto alla custodia e alla conduzione delle mandrie di bovini, nonché alla guardia delle fattorie. Sulla sua origine vi sono molte leggende. La più accreditata è quella di J. Chastel, il "padre della razza", secondo il quale i primi bovari delle Fiandre furono ottenuti dai monaci dell'abbazia di Dunes che incrociarono i mastini impiegati nella guardia delle locali masserie con il levriero inglese, il deerhound, dal quale avrebbero ereditato il pelo duro e il torace ben disceso. A parte le leggende si può senz'altro dire che il clima non troppo freddo, ma molto umido e ventoso delle Fiandre ha sicuramente condizionato la selezione di un mantello rude, fitto, cricchiante e impermeabile.Essendo la Fiandra politicamente divisa fra il Belgio e la Francia, gli allevatori delle due nazioni si contesero a lungo la razza, tant e che fino agli anni Sessanta due erano gli standard, uno per il bovaro belga (tipo roulers o moermann) e l'altro per il bovaro francese (tipo paret). La questione più dibattuta fu il colore del mantello poiché i francesi non intendevano riconoscere il nero. Solo dopo lunghe discussioni gli allevatori delle due nazioni trovarono un accordo che portò nel 1965 alla definizione dello standard ufficiale della razza.


STANDARD

Il bovaro delle Fiandre, selezionato per condurre le mandrie di buoi e di vacche, è rustico, massiccio e dotato di una struttura inseribile nel quadrato. L'altezza al garrese varia dai 62 ai 68 cm per i maschi e dai 59 ai 65 per le femmine, mentre il peso oscilla dai 35 ai 40 kg nei maschi e dai 27 ai 35 kg nelle femmine. La testa è forte e ben cesellata, fornita di barba e baffi, con il cranio, separato da uno stop appena marcato, leggermente più lungo del muso. Lo sguardo è intelligente e audace, con occhi scuri, un po' ovali e posizionati frontalmente. Le orecchie sono portate erette poiché tagliate. La dentatura può essere a forbice 0 a tenaglia. Il corpo esprime potenza, il torace è ben sviluppato e fa parte di un fisico massiccio, muscoloso e corto. Gli arti sono solidi e poco angolati. La coda viene tagliata nelle prime settimane di vita. Generalmente il mantello è di colore fulvo o grigio, spesso bringe e carbonato; è ammesso pure il nero, mentre sono indesiderabili le tonalità chiare.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails