Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

giovedì 11 giugno 2009

Le razze del gruppo 2: L'HOVAWART


L'HOVAWART

ORIGINE
Germania

CARATTERE
Equilibrato, espansivo, in ogni occasione dà prova della sua spiccata intelligenza




Il termine hovawart, in alto tedesco, significa "guardiano della corte", il che farebbe pensare a un cane antico, mentre i suoi tratti ben precisi si delinearono solo verso gli inizi del nostro secolo. Sembra comunque che la sua origine risalga ai tempi delle migrazioni barbariche, quando i suoi progenitori vivevano in mute ai margini degli accampamenti, ricoprendo il ruolo di spazzini. Questo stile di vita conferì loro un grande spirito d'iniziativa e molto senso pratico, tratti comportamentali che ritroviamo tuttora nell'hovawart, assieme a uno spiccato senso di indipendenza. Successivamente furono adottati dai contadini tedeschi con il proposito di farne i difensori delle proprietà. Venne così delineato un ulteriore aspetto del temperamento del-l'hovawart: la sua propensione per la guardia e la difesa della proprietà. Per ottenere questo meraviglioso cane sicuramente è stato impiegato il sangue di diverse razze, fra cui pastore tedesco, leon-berger, terranova e san bernardo. Purtroppo la razza non ha una grande diffusione al di fuori dei' confini del territorio tedesco e soltanto negli ultimi tempi in Italia si sta dimostrando un timido interesse nei suoi confronti.


STANDARD


L'hovawart è di media mole, robusto e resistente. La testa ha fronte larga e convessa con pelle aderente. Gli occhi sono scuri e in armonia con il colore del mantello. Le orecchie sono pendenti, triangolari e inserite alte. La dentatura è completa, robusta, con chiusura a forbice (ancora ammessa la tenaglia). Collo di media lunghezza, robusto e senza giogaia. Il tronco dev'essere solido, con la groppa leggermente sfuggente. Torace ampio e profondo. Arti anteriori bene in appiombo con piede di gatto (ben chiusi e rotondi). Arti posteriori potenti e ben angolati, con garretti che non danno segno di vaccini-smo. Coda ricca di pelo e lunga oltre il garretto, pelo lungo, fitto e leggermente ondulato, ma mai riccio. I colori ammessi sono il fulvo, il nero scuro e il nero-focato. Taglia: maschi da 63 a 70 cm al garrese, femmine da 58 a 65 centimetri.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails