Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

giovedì 11 giugno 2009

Le razze del gruppo 2:IL DOGO ARGENTINO







IL DOGO ARGENTINO


ORIGINE
Argentina

CARATTERE
I Docile e nello stesso tempo deci-I so, affettuoso e dignitoso, equilibrato e attento, fedele e incorruttibile, coraggioso e aggressivo al bisogno.


Deve la sua nascita al dottor Antonio N0-res Martinez che volle creare una razza canina adatta alle sue esigenze di cacciatore. Per raggiungere tale risultato, nel giro di molti anni, egli incrociò parecchie razze canine, tra cui il pointer, il bull terrier, il bulldog e alcuni mastini. La razza venne riconosciuta in Argentina nel 1964, mentre la FCI diede l'assenso nel 1973. È un cane assai rustico, robusto e resistente, per cui molto difficilmente ha problemi di salute. Si adatta a vivere in ogni ambiente, anche in appartamento, purché sia in stretto contatto con il suo padrone. Ovviamente la sua esuberanza deve avere sfogo, per cui un dogo che vive in spazi ristretti deve poter compiere lunghe passeggiate quotidiane. Il suo mantello corto non necessita di particolari cure: è sufficiente spazzolarlo un paio di volte alla settimana. Il carattere del dogo è equilibrato e la sua disponibilità nei confronti dell'uomo è innata se correttamente educato fin da cucciolo; non presenta infatti particolari problemi di addestramento. È comunque molto importante non abituarlo alla violenza, poiché in lui potrebbe prevalere l'istinto di cane da combattimento e con la sua forza sarebbero guai seri... È anche un valido difensore della casa e dei bambini e, se educato correttamente, da adulto dovrà reagire nella maniera giusta alle diverse situazioni.


STANDARD

Il dogo argentino ha cranio da masticatore e muso da olfattivo, poiché la sua caratteristica è quella di fiutare le emanazioni portate dal vento. Gli occhi sono scuri o nocciola, ben distanziati fra di loro, con sguardo vivo e intelligente, ma nello stesso tempo di marcata durezza. Le mascelle sono ben combadanti, robuste, senza prognatismo, con denti grandi. Il tartufo deve essere nero con un leggero stop sulla punta. Le orecchie sono portate alte, erette o semierette, di forma triangolare. Il collo è massiccio e arcuato, con la pelle della gola ricca di rughe. Il tronco è muscoloso con arti ben diritti e a piombo. La coda è lunga e grossa. Il peso varia dai 40 ai 45 kg e l'altezza dai 60 ai 65 centimetri. Il mantello deve essere di colore bianco.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails