Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

lunedì 15 giugno 2009

Le razze del gruppo 4: I BASSOTTI


I BASSOTTI



ORIGINE
Germania


CARATTERE
Vivace, attivo, è dotato di un forte senso del territorio e mal sopporta La presenza degli estranei che segnala abbaiando vigorosamente.





In passato i bassotti erano cani da lavoro; sono stati infatti selezionati per scovare e dar la caccia agli animali nocivi all'interno delle tane, per cui la loro dimensione ridotta era funzionale a tale compito. Per questo il bassotto ha zampe corte e forti, narici e corpo ben sviluppati, corpo che deve contenere gli organi che lo rendono un cane superattivo, forte e resistente. In passato, questi piccoli cani dalle gambe corte e dal corpo allungato, oltre che "scovatori" di animali selvatici, si sono rivelati anche degli ottimi segugi, poiché dotati di olfatto finissimo e di un carattere caparbio e coraggioso a dispetto delle loro dimensioni. Da decenni, però, i bassotti vengono allevati esclusivamente come cani da compagnia. Finora si è sempre parlato di bassotti, usando il termine plurale poiché il gruppo di famiglia è formato da tante varietà di bassotti tedeschi. I bassotti si distinguono infatti in nove varietà che corrispondono alle diverse combinazioni di taglia (normale, nano e kaninchen) e di mantello (pelo duro, corto e lungo). In Italia la varietà più diffusa attualmente è quella del bassotto a pelo corto.


IL BASSOTTO TEDESCO


ORIGINE
Germania

CARATTERE
Vivace, attivo, è dotato di un forte senso del territorio e mal sopporta La presenza degli estranei che segnala abbaiando vigorosamente.




Le origini del bassotto sono indubbiamente germaniche. Nel codice legale dei franchi veniva citato il "cane da castoro", del quale veniva proibita l'uccisione: all'epoca tutte le costruzioni erano in legno e l'utilità di un instancabile cacciatore di castori era davvero inimmaginabile. Fu selezionato anche per la caccia al tasso, per la quale serviva appunto un cane con gli arti corti e solidi e un fiuto molto sviluppato. Per cacciare animali delle sue stesse dimensioni il bassotto venne inoltre selezionato per il carattere coraggioso. Il primo standard ufficiale del bassotto fu definito nel 1878, epoca in cui veniva allevato esclusivamente per la caccia. A quel tempo esisteva solo il tipo a pelo raso, poi si delinearono tre varietà: a pelo corto, a pelo lungo e a pelo duro.
Per la verità il bassotto tedesco è una razza suddivisa in nove sotto razze che si differenziano, oltreché per il pelo, per le dimensioni: esiste il bassotto normale, il bassotto nano e il bassotto kaninchen, il più piccolo di tutti. La varietà a pelo duro probabilmente è stata ottenuta introducendo sangue di dandie dinmont o altn terrier, mentre quella a pelo lungo incrociando gli originari bassotti a pelo corto con lo spaniel tedesco. Durante la prima guerra mondiale divenne la mascotte dell'esercito del Reich, ma questo fatto gli recò solo impopolarità, in quanto francesi, italiani, americani e inglesi smisero di allevarlo. Erich Fitsch Daglish, nel suo libro intitolato The Dachshund, rappresentò molto bene il difficile momento vissuto dal bassotto tedesco negli anni della Grande Guerra con queste parole: «Tutte le razze ne risentirono, ma non così tragicamente come il bassotto. Fin dalla sua introduzione nel nostro paese era stato identificato come la razza nazionale dell'impero teutonico e, con l'inizio delle ostilità, fu fatto segno del disprezzo diretto verso ogni cosa di origine germanica». Dopo gli anni Venti il bassotto tedesco tornò fortunatamente in auge e questa volta non tanto come cane da caccia, ma da compagnia di piccola taglia.

STANDARD



Il basotto tedesco è basso sugli arti, con una struttura allungata, vivace, fiero, con espressione intelligente. La testa è allungata, il cranio leggermente convesso, muso e cranio hanno la stessa lunghezza senza depressione naso-frontale. I piedi, leggermente rivolti all'infuori, sono larghi e forti, così come dovrebbero essere i mezzi di scavo di un animale anticamente utilizzato per stanare tassi, castori ecc. La coda è più grossa alla radice e si assottiglia verso l'estremità. Il peso del bassotto tedesco può raggiungere al massimo 9 kg e un perimetro toracico di 35 centimetri. Al fine di effettuare la caccia anche in tane piccolissime si selezionarono i bassotti nani e i kaninchen che si differenziano dal bassotto standard solo per le misure ridotte. Il mantello è corto, liscio, compatto e lucido nei soggetti a pelo corto; morbido, setoso e ondulato nei bassotti a pelo lungo e ruvido e cespuglioso nella varietà a pelo duro. Quest'ultima necessita di stripping almeno due volte all'anno. Lo standard ammette tutti i colori del mantello; anche se non desiderate, le macchie bianche sono tuttavia tollerate.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails