Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

lunedì 22 giugno 2009

Le razze del gruppo 6: IL BEAGLE

IL BEAGLE




ORIGINE
Gran Bretagna



CARATTERE
Vivace, attivo, sveglio e amabile.








Piccolo segugio di origine inglese noto fin dal tardo Medioevo e utilizzato dai nobili britannici per la cattura di cervi, caprioli, daini, cinghiali e lepri, oltreché volatili durante le battute di caccia a cavallo. Le leggendarie mute da caccia erano però patrimonio esclusivo dei nobili, poiché soltanto loro potevano uccidere i selvatici che vivevano sulle loro proprietà. Nel Settecento il beagle dovette cedere il posto alle mute di foxhound, un altro segugio inglese più veloce e potente, maggiormente adatte per la caccia a cavallo delle volpi. Il beagle divenne così meno "nobile", nel senso che iniziò a diffondersi presso agricoltori e cacciatori di estrazione popolare; tuttavia l'opera attenta di alcuni allevatori portò alla selezione di soggetti con spiccate attitudini venatorie.
Molti campioni di bellezza della fine Ottocento erano figli di esemplari appartenenti a mute da lavoro. All'inizio del Novecento, in seguito al processo di industrializzazione, si registrò la diffusione di beagle anche nelle nuove abitazioni dei centri urbanizzati: questi soggetti risultarono più cani da compagnia che da caccia, per cui si di-stinsero le linee da lavoro da <
quelle da compagnia. Il beagle resta in ogni caso un cane da caccia che va opportunamente selezionato per le sue capacità olfattive e abilità venatorie; l'unico esemplare che sfata questo standard è Snoopy, il beagle nato dalla matita di Charles Schulz. Il termine beagle deriva dal celtico beag che significa
"piccolo", così come appare il piccolo segugio inglese presentato per la prima volta nel 1861 alla mostra canina di Birmingham.


STANDARD

Il beagle è un cane da muta piccolo e compatto, selezionato essenzialmente per la caccia a inseguimento, in particolare della lepre. L'altezza non deve superare i 40 centimetri. La testa si presenta con il cranio leggermente bombato e abbastanza largo; lo stop ben marcato separa il muso di pari lunghezza. Il tartufo è nero, le narici sono tipiche di un cane da caccia e cioè ben aperte. Gli occhi sono scuri, ben distanziati, dolci e grandi. Le orecchie sono ampie, lunghe, pendenti, di tessitura sottile, attaccate basse e con la punta arrotondata. Il collo è lungo e con una leggera giogaia. Gli arti sono solidi, di buona ossatura rotonda. La dorsale superiore è diritta, la coda è forte, non molto lunga, attaccata alta e portata gaiamente. Il pelo è corto, fitto e resistente alle intemperie. Sono ammessi tutti i colori, escluso il fegato. Generalmente il beagle ha il muso, il petto, le zampe e l'estremità della coda di colore bianco.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails