Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

lunedì 22 giugno 2009

Le razze del gruppo 7: I CANI DA FERMA


CANI DA FERMA



I cani da caccia si dividono sostanzialmente in tre gruppi, cioè segugi e cani per pista di sangue, i cani da ferma ed i cani da riporto, da cerca e da acqua. La loro classificazione indica il diverso modo di lavorare al fianco del cacciatore. Involuzione delle armi da caccia nel corso dei secoli ha difatti comportato anche un diverso modo di operare dei cani che sono stati di volta in volta selezionati dall'uomo in virtù di loro precise peculiarità.
Se i segugi sono stati preferiti per la "caccia grossa" (cervi, caprioli, camosci ed altri animali selvatici "da pelo"), i cani da ferma sono invece particolarmente adatti per la "ferma" della selvaggina "da piuma" (beccacce, fagiani, starne ecc.). Si tratta, insomma, dei famosi cani "puntatori": veri specialisti nella ricerca della selvaggina con il naso in aria, una volta scovata la preda, si mettono in posizione "da ferma" in attesa dello sparo del cacciatore. Fanno parte del settimo gruppo le tre razze setter (inglese, irlandese e gordon), i bracchi, i cani da ferma tedeschi (kurzhaar e drahthaar), l'epagneul bre-ton, il griffone a pelo duro (korthals), il pointer e lo spinone italiano. Tra quelle presentate, la razza preferita anche dai cacciatori italiani è il setter inglese (nel nostro paese nascono circa 18.000 cuccioli all'anno), seguito a distanza da épagneul breton (6.000 esemplari all'anno) e pointer (4.000 nascite annue) e via via tutte le altre razze.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails