Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

martedì 23 giugno 2009

Le razze del gruppo 9: IL LHASA APSO

IL LHASA APSO



ORIGINE
Cina (Tibet)


CARATTERE
Cane allegro e pieno di temperamento, affettuoso con i padroni e diffidente con gli estranei.




La razza porta il nome della città di Lhasa, la capitale del Tibet. Fa parte delle quattro razze tibetane (oltre al lhasa apso, ci sono il shih tzu, il tibetan terrier e il tibetan spaniel) riconosciute dalla FC1 e importate alla fine dell'Ottocento in Inghilterra. La sua storia, come quella dei suoi cugini, si intreccia con quella dei cani sacri e dei cani-leone che ornavano e tutelavano dai saccheggi i templi tibetani custoditi dai monaci buddisti. Un'antica leggenda vorrebbe il lhasa apso frutto dell'amore fra un leone e una scimmietta, altri sostengono che esso derivi dall'incrocio fra i due cani tibetani, il terrier e lo spaniel, dai quali avrebbe preso rispettivamente dal primo la testa, l'espressione e il pelo e dal secondo la taglia contenuta. Probabilmente, invece, è l'evoluzione di un antico cane del Tibet, progenitore di tutte e quattro le razze asiatiche. In Occidente il lhasa apso arrivò soltanto nel 1921 quando il Dalai Lama donò a un ufficiale inglese tre soggetti, due maschi e una femmina che permisero di avviare l'allevamento di questa razza in Inghilterra. Dodici anni più tardi, nel 1933, il Dalai Lama regalò altri due lhasa apso a una coppia americana che poi diffuse la razza negli Stati Uniti.


STANDARD



Il lhasa apso ha una corporatura forte, robusta e ben proporzionata. La testa è avvolta da abbondante pelo che ricade sugli occhi. Questi sono in posizione frontale, scuri, né piccoli, né grandi, né sporgenti, né infossati. Il cranio è moderatamente stretto e sfuggente; la fronte è diritta con uno stop di medie dimensioni, il muso è lungo circa 4 cm e non è quadrato, il tartufo è nero. Sul muso si notano anche folti baffi e la barba. Le orecchie sono pendenti, ricoperte da abbondante pelo e ben frangiate. Il torace è sviluppato, la linea dorsale è diritta, la coda è attaccata alta e portata sul dorso. L'andatura è vivace e sciolta, gli arti sono corti, i piedi rotondi. Il pelo è abbondante, lungo, diritto e duro, non lanoso e non serico. I colori ammessi sono il dorato, il sabbia, il miele, il grigio scuro, l'ardesia, il fumo e il pluri-colore nero, bianco e bruno. La statura è di circa 25 centimetri.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails