Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

martedì 4 agosto 2009

Il Pastore tedesco:l'Addestramento e come insegnare i comandi


.....Alt.....
Questo esercizio ci permetterà di esercitare un controllo assoluto sul nostro pastore tedesco. Dovremo innanzi tutto far sedere il cane di fronte a noi a circa due metri di distanza, poi lo chiameremo e quando si sarà avvicinato alzeremo il braccio destro impartendo l'ordine "alt". Naturalmente le prime volte l'animale rimarrà sorpreso e non ubbidirà, ma con il passare del tempo e con la ripetizione dell'esercizio capirà come deve comportarsi.
Questo capitolo non pretende certamente di insegnare la pratica dell'addestramento di un pastore tedesco, ma vuole semplicemente illustrare come l'animale assimilerà gli ordini ubbidendo ogni volta che gli vengono impartiti. Una volta appresi questi esercizi di base potremo passare a insegnamenti più complicati e a compiti di difesa o di attacco. Ecco per concludere alcuni consigli che possono essere utili per un buon addestramento.


1. L'addestramento dovrà venire impartito con pazienza e tranquillità; non dovremo mai innervosire il cane, ma piuttosto tranquillizzarlo con carezze e manifestazioni d'affetto.
2. L'animale assimilerà gli esercizi associando il suono di ogni parola con l'ordine impartito. È quindi importante che l'esercizio venga ripetuto tutte le volte che sarà necessario, senza passare alla fase successiva finché non sarà eseguito perfettamente.
3. L'esercizio dovrà sempre essere eseguito integralmente e non suddiviso in parti.
4. Prima di incominciare la lezione giornaliera è necessario che l'animale abbia fatto i propri bisogni, in modo che le necessità fisiologiche non abbiano ripercussioni sull'insegnamento.
5. È raccomandabile che gli esercizi vengano praticati a digiuno, poiché in tali condizioni il cane si sentirà più agile e maggiormente disposto alla concentrazione e allo sforzo.
6. Al cane si dovranno rivolgere esclusivamente le parole relative all'addestramento, in modo da evitare confusioni ed errori nell'esecuzione degli esercizi.
7. Se il cane commette degli errori è necessario farglielo capire, affinché non vi ricada.
8. Ogni volta che l'animale avrà ubbidito realizzando l'esercizio in modo corretto sarà necessario premiarlo e gratificarlo, in modo che capisca che si è comportato bene. Il premio consisterà in una carezza o in un complimento, mai in un biscotto o qualcosa di simile.
9. Se il cane invece commette degli errori è necessario essere molto comprensivi e non sgridarlo mai violentemente: tutto questo sarebbe infatti estremamente controproducente per l'addestramento.
10. L'addestramento dovrà essere impartito ogni giorno solo dal padrone, mai da un'altra persona. Il cane deve infatti abituarsi a ubbidire solo al proprio padrone, in modo da evitare confusioni negli ordini impartiti.
11. Tutte le volte che si concluderà la lezione giornaliera di addestramento si dovrà accarezzare l'animale, lasciandolo poi libero per un po' affinché si distragga e si diverta giocando.
12. Dopo l'addestramento è bene spazzolare con cura il mantello.

Queste norme devono essere seguite alla lettera, poiché in caso contrario sarà estremamente difficile addestrare il proprio cane. L'addestramento richiede inoltre una notevole responsabilità nei confronti del cane: se lo si incomincia lo si deve portare a termine. In caso contrario si finirebbe per confondere l'animale e per turbarlo psicologicamente, rendendolo disubbidiente nei nostri confronti e indifferente verso i propri simili.





Ricerca personalizzata

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails