Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

mercoledì 5 agosto 2009

Il Rottweiler: quando acquistare un cucciolo



A meno che non si desideri un cane già addestrato, nel qual caso si dovrà acquistare forzatamente un adulto, l'età migliore per portarsi a casa un cucciolo di Rottweiler va dai due ai tre mesi.Assolutamente sconsigliabile prendere un cucciolo che abbia meno di sessanta giorni, il che è attualmente fuori legge per il D.M. Martini: non è affatto vero, come alcuni credono, che si affezionerà di più a noi. È vero, invece, che gli verranno a mancare alcuni punti cardine della socializzazione, che può avvenire soltanto all'interno della famiglia canina. Molti cani prelevati dalla cucciolata in età troppo precoce diventano aggressivi o paurosi verso gli altri cani, una volta raggiunta l'età adulta, semplicemente perché non hanno avuto il tempo di imparare dalla madre e dai fratelli come ci si comporta con i propri simili.
Dopo i tre mesi, in realtà, non esistono controindicazioni: il cucciolone o l'adulto si affezioneranno al nuovo padrone esattamente come il cucciolo piccolissimo. C'è da dire, però, che un cane di più di tre mesi avrà ricevuto in un altro ambiente e da altre persone le basi dell'educazione e dell'ordinamento gerarchico all'interno del "branco" umano, e quindi non avremo più un cane "fatto da noi", ma il prodotto di un lavoro svolto da altri. Questo, ovviamente, può essere anche un lato positivo se gli "altri" sono persone esperte, come l'allevatore, in grado di dare al cucciolo un'educazione corretta e magari di commettere meno errori di quanti potremmo commetterne noi, specie se siamo alla prima esperienza come padroni. Resta il fatto che una vera e propria "simbiosi", assoluta e totale, si ottiene soltanto col cucciolo che siamo stati proprio noi a crescere e plasmare.

Attenzione..... ai cuccioloni di quattro-cinque mesi che siano sempre rimasti in allevamento, specie se si tratta di un allevamento con moltissimi soggetti: è possibile che il cane non sia stato seguito a sufficienza durante la delicata fase dello sviluppo psichico e che presenti quindi sintomi più o meno gravi di "sindrome da canile", conseguenti all'isolamento e agli scarsi o nulli rapporti con l'uomo. Questa sindrome può presentarsi in forma più o meno grave e talora può scomparire con un'adeguata rieducazione, ma è sempre fonte di problemi, qualche volta insormontabili. Il cucciolone affetto da tale sindrome si presenta solitamente molto nervoso, mostra paura all'avvicinarsi di un estraneo, sta rannicchiato in un angolo, talora ringhia sommessamente. Anche se il prezzo fosse allettante e se ci si lasciasse tentare dall'idea del cucciolone più grandino (specie perché si spera che non sporchi più in casa, cosa non sempre vera), sconsiglio vivamente l'acquisto di un cane di questo genere, a meno che si sia profondi conoscitori della psicologia canina, si sappia valutare esattamente l'entità del problema e si conoscano con precisione i metodi da usare per superarlo.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails