Translate

1.012 approfondimenti su razze, alimentazione, riproduzione, comportamento dei cani. Buona Lettura

Il sito piace....

Segnalato da Pet Magazine

"Ciao Sonia,
ti scrivo perché qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post di segnalazione per blog e siti che ci sembrano meritevoli e abbiamo incluso "Blog sul cane e i cuccioli..."
Giuseppe Pastore, redazione di Pet Magazine

sabato 5 settembre 2009

Alimentazione secca: i pro e i contro



I vantaggi...
Dal punto di vista economico una buona alimentazione secca non costa nè più nè meno di una buona alimentazione casalinga. Inoltre è pratica sia per l'allevatore sia per il proprietario di un unico cane. Il risparmio di tempo nella preparazione dei pasti è senz'altro importante, come importanti sono la facilità e la durata della conservazione, dal momento che essa necessita solo di spazio e non di refrigerazione come la carne. È poi estremamente comoda per i cani che viaggiano con il padrone, i quali hanno sempre pronto il loro pasto abituale senza necessità di particolari attrezzature.
Un altro vantaggio da non sottovalutare è l'equilibrio di questo tipo di alimentazione; equilibrio senz'altro importante nel soggetto in crescita, cui non devono mancare proteine carboidrati e grassi nelle corrette proporzioni, oltre alle vitamine e ai sali minerali con cui i mangimi per cuccioli sono per-
fettamente integrati senza rendere necessario (se non in particolari situazioni patologiche) un'ulteriore integrazione. Ma l'equilibrio alimentare è importante anche nell'adulto che spesso, soprattutto se 'cane unico', tende a fare i capricci al punto che, spesso, il proprietario intenerito .gli concede eccessi alimentari destinati poi a ripercuotersi sull'intero organismo. Un altro fattore importante nell'uso di croc-cantini, se scelti di giuste proporzioni rispetto alla bocca del cane, è che costringe questi a masticare, favorendo la pulizia dei denti e un benefico massaggio gengivale.
...e gli svantaggi
Inizialmente il maggiore incoveniente dell'alimentazione secca era la scarsa appetibilità, che la rendeva difficilmente somministrabile a certi soggetti. Oggi questo problema è ampiamente superato grazie alla raffinatezza delle lavorazioni che permettono sia di conservare molto dell'appetibilità dei cibi d'origine, sia di rivestire i croccantini con sostanze che li rendono gradevoli all'olfatto e al palato del cane, anche se è vero che la maggior parte dei cani preferisce un'alimentazione con carne fresca. Bisogna però ricordarsi di lasciare sempre acqua a disposizione per permettere una perfetta reidratazione dell'alimento ingerito, che altrimenti non viene correttamente digerito e metabolizzato. Quando vengono segnalati problemi di intolleranza ai mangimi secchi, quali diarrea, vomito, dimagramento, pelo opaco e secco, bisogna andare a cercare la causa non tanto nel tipo di alimentazione, ma nella qualità del mangime impiegato. Un mercato in continua espansione, chiamato a soddisfare una vasta gamma di esigenze, lascia spazio anche alla fabbricazione di mangimi scadenti, ricchissimi in fibra e appetibili ma scarsi di principi nutrizionali. Essi sono senz'altro interessanti per il prezzo, ma possono essere negativi per la salute del cane. Per la scelta dei mangimi è dunque sempre meglio affidarsi al consiglio del veterinario e dell'allevatore, che hanno una sicura esperienza.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails